Attività scientifica

Corso di Formazione PPR - Edizione 2019

Il corso di formazione 2019 organizzato dalla Progetto Professionisti Reverie Impresa Sociale srl è un corso finanziato dalla Regione Lazio, rivolto agli operatori delle Comunità Terapeutiche e dei Centri Diurni.

Evento ECM 2019

"Clinica Psicoanalitica e Interventi Terapeutici in Comunità" è un corso accreditato ECM rivolto agli operatori delle Comunità Terapeutiche e dei Centri Diurni, tenuto da tre psicoanalisti della SPI (Spcietà Psicoanalitica Italiana): la dott.ssa Anna Maria Nicolò, il dott. Andrea Narracci e il dott. Angelo Macchia

La meta è l'origine di Massimo Marà

Massimo Marà, "La meta è l'origine" Analisi e progetto longitudinale per prevenire la psicosi giovanile

Leaders e followers

Al suo interno un articolo di Claudio De Santis e Maria Ciambella: “Il gruppo istituzionale della comunità terapeutica come gruppo di lavoro specializzato”

Le dimensioni della perversione ....

"Le dimensioni della perversione della manipolazione e del controllo"

Al suo interno un articolo di Roberto Quintiliani: “La Comunità Terapeutica: il setting, l’operatore, la cura”

L'Agire Terapeutico in Comunità

Il libro si presenta come una raccolta di esperienze e di riflessioni che si collocano in contesti ed in periodi diversi nell'arco di circa 15 anni di lavoro da parte degli autori nel mondo delle Comunità Terapeutiche. Il titolo sintetizza l'idea di fondo del lavoro in comunità che è rappresentata dall'assunto per cui l'agire all'interno di essa è sempre, ed in ogni istante, terapeutico. Il discorso sull'agire terapeutico in comunità appare molto attuale anche per lo sviluppo che l'intervento comunitario ha avuto negli ultimi anni. Accanto alla comunità come luogo di cura, in cui la valenza terapeutica è prevalente, sono sorte numerose comunità la cui valenza predominante è di tipo alloggiativo ed in cui la cura ha un posto molto marginale. Il tentativo è quello di sviluppare una riflessione sulla questione, sottolineando come la comunità, debba essere uno strumento terapeutico e, l'operatore, un agente di cura e cambiamento a prescindere dalla tipologia dei pazienti e dei contesti specifici in cui si trova ad operare.

Accanto alla comunità come luogo di cura, in cui la valenza terapeutica è prevalente, sono sorte numerose comunità la cui valenza predominante è di tipo alloggiativo e in cui la cura ha un posto molto marginale. Il tentativo è quello di sviluppare una riflessione sulla questione, sottolineando come la comunità, debba essere uno strumento terapeutico e, l'operatore, un agente di cura e cambiamento a prescindere dalla tipologia dei pazienti e dei contesti specifici in cui si trova ad operare.

L'agire terapeutico in comunità